La leggenda della Bella Ninfa

Leggenda della Bella NinfaBEATRICE CAPPELLETTI
con illustrazioni di LUCIANO BRACCI

LA LEGGENDA DELLA BELLA NINFA

Formato: 24×30 cm (cartonato)
Pagine: 32
Anno: 2019
ISBN: 978-88-943204-9-7

Una favola moderna dal sapore antico. Una leggenda tramandata nei secoli e che oggi rivive attraverso un racconto delicato e poetico arricchito da bellissime illustrazioni.
Narra del re Pontino che desiderava ardentemente liberare il suo regno dalla palude ormai incombente, e della sua unica figlia, Ninfa, la principessa dai lunghi capelli dorati e gli occhi color smeraldo. Pontino convocò i re confinanti: Martino, buono e saggio, Moro, malvagio ed esperto di arti magiche.
Il re promise in sposa la figlia a chi fosse riuscito nell’impresa. Martino, che Ninfa amava segretamente, si mise subito all’opera e con grandi sforzi scavò un canale, Rio Martino, che però non riuscì a cancellare la palude. Moro aspettò l’ultimo dei giorni assegnati e con un sortilegio deviò le acque al mare liberando il regno dal pantano.
Ninfa gli spettava in sposa, ma la principessa preferì gettarsi dalla torre nel lago. Martino, preda di un pianto disperato, si sciolse tra le lacrime versate per Ninfa divenendo parte del fiume creato. Nella profondità delle acque i due innamorati si incontrarono senza separarsi mai più, dando linfa alla terra che hanno vissuto e amato donandole prosperità e bellezza.
Il libro è “Dyslexia Friendly” quindi adatto a tutti i bambini, anche quelli affetti da dislessia, grazie all’uso del font “EasyReading” certificato con l’Alta Leggibilità.


Beatrice CappellettiBEATRICE CAPPELLETTI, è nata a Cori (LT) nel 1983, vive a Norma (LT). Laureata in Archeologia presso l’università Sapienza di Roma, ha conseguito il Master in mediazione culturale nei musei, presso l’Università Roma Tre. Oltre a collaborare con il Museo archeologico Saggi di Norma nell’accoglienza dei visitatori presso il parco archeologico di Norba e nell’organizzazione di progetti culturali, ha lavorato in diversi musei della provincia di Latina e Roma e collabora in progetti didattici e percorsi sulla storia e l’archeologia del territorio. Convinta che l’archeologia sia una lente con cui leggere nel profondo la realtà e che ogni frammento antico sia come una nuova parola, un episodio, un personaggio nel racconto della nostra storia da “tradurre”, conoscere e divulgare per essere parte del patrimonio di tutti. Oltre a “La leggenda della Bella Ninfa”, ha scritto “Mago Riciclo e la magia del parco”, sempre edito da Sintagma.

L’illustratore:
LUCIANO BRACCI
, nato a Norma (LT) nel 1968 dove vive. Ha conseguito il diploma di laurea presso l’Accademia di Belle Arti a Roma nel corso di Decorazione. Ha lavorato come decoratore restauratore in diverse sedi private a Roma, Firenze, Pisa, Napoli, Amalfi. Come illustratore ha partecipato all’intera collana di quaderni per ragazzi “Leggere la natura” dell’istituto Pangea onlus di Sabaudia.

clicca qui per ordinare il libro

per acquistare il libro scrivere a:
info@sintagma.site