Chiesa arcipresbiteriale Santi Giovanni Battista ed Evangelista

ITALO CAMPAGNA

CHIESA ARCIPRESBITERIALE SANTI GIOVANNI BATTISTA ED EVANGELISTA
STORIA CIVILE E RELIGIOSA DI CARPINETO E DELLE COMUNITA’ LEPINE. SECOLARE PRESENZA CARMELITANA

Formato: 17×24
Pagine: 610
Prezzo: 18 euro
Anno: 2019
ISBN: 9788894320459

Il libro è frutto di un lavoro meticoloso, attraverso fonti spesso inedite, che va dipanandosi da una parrocchia, dal titolo prestigioso di chiesa “arcipresbiteralis, matrix et major”, coinvolgendo gradatamente tutta la Chiesa carpinetana con i suoi campanili, le sue confraternite, i suoi riti e simboli religiosi, ma anche investendo la stessa vita civica di una comunità integralista in quello Stato Pontificio, che al suo tramonto, dette alla Chiesa di Roma e al mondo intero Gioacchino Pecci, salito al trono pontificio con il nome di Leone XIII. Nascevano nuove idee, si respiravano nuove idee politiche e sociali, mentre si abbandonavano antiche convivenze sociali e i centri storici si andavano svuotando di uomini e di idee. Pur avanzando così il deserto, inaspettatamente e provvidenzialmente rifioriva il flos Carmeli trasformandosi nella nuova tebaide carmelitana

L’autore:
ITALO CAMPAGNA
nasce a Carpineto Romano nel 1940. Mentre insegna nella scuola primaria si laurea in Filologia Classica all’Università “La Sapienza” di Roma e poi consegue le Abilitazioni all’insegnamento in Lettere Classiche (Italiano e Latino) per gli istituti medio-superiori. Si abilita in Storia della Chiesa presso l’istituto FF.SS.CC. Insegna per 45 anni nelle istituzioni private e pubbliche nel Napoletano, in Sicilia, in Roma e provincia. Con Franco Caporossi fonda nel 1977 l’Associazione Artisti dei Lepini. Per 11 anni è stato presidente della rievocazione storica dell’Ente Pallio della Carriera. Progetta e dirige il polo museale civico di Carpineto, “La Reggia dei Volsci”, con le due sottosezioni: “I Cimeli di Leone XIII” nell’ex chiesa di S. Nicola, che accoglie documenti e oggetti appartenuti al pontefice della Rerum Novarum, tra cui la penna che firmò la celebre lettera al mondo operaio; e “Simulacrum” nella canonica della chiesa di S. Giacomo, che accoglie l’arte religiosa carpinetana. Autore di studi e monografie di storia patria (tra cui quelle su S. Agostino, S. Leone Magno, SS. Annunziata, sul mondo del brigantaggio e sull’emigrazione carpinetana). Scrive su giornali e riviste. Ricercatore delle esperienze culturali edite lepine, ha raccolto nel museo civico che dirige un cospicuo fondo bibliotecario di ben oltre duemila volumi sulle comunità lepine.

clicca qui per ordinare il libro

per acquistare il libro scrivere a:
info@sintagma.site